Rock Impressions

Lacrimosa LACRIMOSA - Fassade
Hall Of Sermon

All'inizio degli anni novanta i Lacrimosa hanno guidato la nuova ondata di gruppi gothic, diventando negli anni una formazione leader del movimento, se non la migliore fra le nuove leve.

Con una produzione costante e in continua crescita artistica si sono piazzati nell'olimpo dei gruppi più significativi del genere. Oggi la band festeggia dieci anni di attività e il sound pomposo e romantico è all'altezza dell'evento, una miscela di rock sinfonico, metal e gothic in un muro sonoro di grande suggestione.

Devo dire che ho provato un certo fastidio durante l'ascolto del promo perché i brani sono tutti tagliati con il risultato che, invece dei 53 minuti definitivi, il cd da recensire ne dura solo 46, praticamente hanno tagliato un minuto a brano, davvero un bel risparmio! Però la frustrazione di sentire ogni brano interrotto sul più bello in modo brusco è molto indisponente. Di sicuro con questa scelta si vuole colpire la diffusione illegale dei brani via Internet, ma non mi sembra una mossa dignitosa.

Comunque gli otto brani sono molto belli, teatrali e dinamici con grandi breaks sinfonici e bei cori. Il cantato femminile angelico contrapposto a quello a quello ruvido e perverso maschile ha fatto scuola e i nostri riescono a proporlo con una certa abilità, ma è l'orchestrazione dei brani l'asso nella manica dei nostri, song come "Warum So Tief?" sono di sicura presa, il brano ha un incedere lento con un pianoforte sospeso, poi una tromba maledettamente malinconica ricama una melodia evocativa, orrorifica ed epica. "Der Morgen Danach" che era già apparsa su singolo è una song ritmata un po' ruffiana. La title track viene proposta in tre diversi momenti, che risultano complementari, l'inizio è solenne con un incedere lento e apocalittico, la seconda parte possiede una spiritualità malata con un cantato femminile operistico e un lento crescendo e la terza chiude il disco con un andamento epico disperato e sempre molto solenne. "Liebesspiel" è puro metal gothic dal grande impatto emotivo anche se un po' scontato. Un grande ritorno! GB



Indietro alla sezione L

| Home | Articoli | Interviste | Recensioni | News | Links | Chi siamo | Rock Not Roll | Live |