Rock Impressions

Leverage - Tides LEVERAGE - Tides
Frontiers
Distribuzione italiana: Frontiers
Genere: Pomp Metal
Support: CD - 2008 (reprint)

La Frontiers ristampa il primo capitolo discografico di questa metal band finnica.
Sia nelle scelte compositive che negli arrangiamenti, “Tides” richiama una ben definita serie di influenze. Con riguardo alla scelta dei suoni e dell’uso di tastiere molto pompose e ben presenti, si può ascrivere il combo al progressive metal. A ciò si aggiunge la ricerca di ritornelli sempre trascinanti che strizzano l’occhio ad una certa tipologia di hard rock melodico.

Su questa linea d’onda aprono le danze l’epica “Fifteen Years”, uno tra i pezzi che mi ha fatto venire in mente i Symphony X. In primis le linee vocali, che con quel tipico introdursi nel brano come fossero “in medias res”, sembrano scritte di pugno proprio da Russen Allen.
Anche la successiva “Superstitous” si caratterizza per una riuscita epicità dei cantati che arricchisce l’originaria proposta della band. Segue la prima classica ballad, intitolata “Horizon” (piano e voce fanno ancora una volta la parte del leone), per proseguire con il classico power-prog di “Dreamworld” e “Follow Down The River”. Per converso il riffing, piuttosto che al prog metal, sembra spesso strizzare l’occhio ad un appiglio più rock oltre che semplicemente metal (così su “Sails”, che si distingue anche per gli spunti “tastierosi”).
Tra i brani più epici c’è sicuramente “Strangers”, nel quale sono riassunte un po’ tutte le influenze cui attingono i Leverage. Chiudono le sognanti melodie di “Gone”, brano molto evocativo ed in perfetta sintonia con l’idea di metal che persegue questa band.

Aggiunte anche due bonus track alla tracklist originaria, che comunque non spostano le coordinate stilistiche su cui si muove il disco. Considerando la durata complessiva dell’album, ci si sarebbe comunque potuti concedere qualche esperimento in più, forse anche a discapito della compattezza della proposta. Resta il fatto che questo “Tides” ha dalla sua una buona serie di brani di grande impatto. FR

Altre recensioni: Blind Fire


Google
Web www.rock-impressions.com

Indietro alla sezione L

| Home | Articoli | Interviste | Recensioni | News | Links | Chi siamo | Rock Not Roll | Live | FTC | MySpace | Born Again |