Rock Impressions

Puissance PUISSANCE - Total Cleansing
Regain Records

Emuli dei Death in June, i Puissance propongono delle litanie apocalittiche su una base sinfonica elettronica con qualche accenno industrial.

La musica è molto suggestiva anche se a volte diventa prolissa e un po' noiosa, ma l'effetto penso che sia voluto e ricercato. Il cantato è insopportabile, in realtà di "cantato" davvero non si può parlare, in quanto il singer si limita a recitare i testi con una voce atona e priva di qualsiasi emozione, ma anche questo fa parte integrante della filosofia del gruppo: loro si ritengono profeti e cronisti di un genocidio annunciato.

Le musiche sono estremamente lente e sofferte e i testi sono terribilmente cupi, per rendere l'idea un verso dice: "Chi scrive l'epitaffio per la luce? Siamo noi". Suoni vagamente industrial per una "chiamata alle armi" contro il mondo contemporaneo fatto di televisioni prive di contenuti e di negozi che vendono solo un egoistico profitto.

I testi sono profondi, anche se fortemente pessimisti perché secondo loro, prima o poi, arriverà l'uomo sbagliato, nel posto sbagliato a premere il "bottone" sbagliato. Musica spettrale per uno scenario privo di speranza.

Inizialmente avevo un giudizio molto negativo su questo disco, ma andando più a fondo mi sono reso conto che si tratta di un lavoro ispirato e molto coeso, coerente fino in fondo nel proporre un messaggio di denuncia sociale che si può accogliere o rifiutare, ma che merita considerazione. GB



Indietro alla sezione P

| Home | Articoli | Interviste | Recensioni | News | Links | Chi siamo | Rock Not Roll | Live |