Rock Impressions

Lifestream - Diary LIFESTREAM - Diary
Lizard
Genere: Prog
Support: CD - 2018


Fra i generi musicali che hanno diviso il pubblico c’è sicuramente il new prog, ovvero il tentativo di creare una musica che unisse le complessità del rock romantico iniziale con un certo gusto melodico, quindi con un’attenzione maggiore alla ricerca di brani orecchiabili. I Lifestream si inseriscono in questo contesto e danno vita ad un prog venato di hard rock melodico, con belle costruzioni vocali, ma capaci anche di partiture musicali complesse.

La caratteristica di questo debutto è di essere piacevole da ascoltare, l’immediatezza dell’hard rock colpisce subito, poi arriva anche la spessore di composizioni non banali, la profondità di due suites e di alcun passaggi strumentali che mostrano una band capace di scrivere musica. Per una parte di ascoltatori queste caratteristiche sono un tratto negativo, per me invece è bello ascoltare un disco che sa intrattenere l’ascoltatore, con musiche e testi che arrivano al cuore senza dover fare grandi analisi.

Sono convinto che se il prog si è salvato è perché ci sono stati artisti che hanno saputo interpretarlo con un tocco di leggerezza, in fondo alla fine si ha voglia di ascoltare musica che faccia sognare. GB



Indietro a Ultime Recensioni


Indietro alla sezione L

 

Ricerca personalizzata

| Home | Articoli | Interviste | Recensioni | News | Links | Chi siamo | Live | FTC | Facebook | Born Again |