Rock Impressions

.
******* OVER THE TOP *******
.
Anathema - A Sort of Homecoming ANATHEMA - Distant Satellites
K-Scope
Distribuzione italiana: Audioglobe
Genere: Post Modern Prog
Support: DVD - 2015


Sono passati molti anni dalla formazione della band e molto è stato scritto sugli Anathema, sulla loro evoluzione e sulla loro discografia più recente. Ci siamo stupiti, incantati, innamorati e qualche siamo rimasti delusi, come in ogni storia d’amore, non sempre tutto va alla grande ed è un bene che sia così. Oggi ci troviamo a parlare del loro primo live in formato 5.1, curato da Bruce Soord dei Pineapple Thief, mentre il filmato vede la regia nientemeno che di Lasse Hoile, collaboratore ormai inseparabile di Steven Wilson. Il concerto acustico è stato ripreso in una location altamente suggestiva, la Cattedrale di Liverpool, la loro città. Deve essere stata un’emozione molto forte per loro. Vincent Cavanagh ne parla con grande entusiasmo, come essere in concerto a Erebor!

Come è ormai tradizione il titolo esce in diversi formati, da box di quattro dischi, doppio cd e doppio dvd a box con dvd-v in audio 5.1 e ancora in blu-ray e triplo vinile, per la gioia di tutti i loro collezionisti. I brani proposti sono quindici e vengono ripescati in particolare dalle ultime produzioni. Si parte da “The Lost Song part 2”, le toccanti “Untouchable part 1” e part 2, passando per “Anathema”, “Distant Satellites” per arrivare alle conclusive “A Natural Disaster” e “Fragile Dreams”. Ma i titoli in questo caso sono poco significativi, perché il concerto è davvero magico e va preso nella sua interezza, cento minuti che scorrono come se fosse un’opera unica. Hoile ci restituisce un’atmosfera spettacolare e il suo contributo è determinante, una fantasmagoria di luci, colori e suoni.

La veste acustica può sembrare limitante, ma sul palco si alternano diversi ospiti, che creano delle dinamiche coinvolgenti. Oltre al trio composto da Daniel e Vincent Cavanagh e Lee Douglas, troviamo John Douglas e Jamie Cavanagh alla sezione ritmica, il violoncellista David Wesling e la violinista Anna Phoebe. Tutto è perfetto e la cornice si dimostra essere un ulteriore elemento per la riuscita del tutto, quasi fosse un membro incognito degli Anathema. Tutto molto studiato e ancora una volta si resta ammirati per la bellezza delle immagini e l’incanto delle note, che riempiono il cuore di emozioni.

Sicuramente questo filmato mostra gli Anathema in tutto il loro splendore, con una scelta di canzoni azzeccata, sorta di best of eseguito dal vivo con grande trasporto emotivo. Hoile ha fatto un lavoro di regia superbo, per un risultato di rara bellezza, dove immagini e musica si fondono in modo perfetto. Fate un regalo alla vostra anima! GB

Altre recensioni: Hindsight; We're Here Because We're Here; Falling Deeper;
Weather Systems; A Sort of Homecoming

Articoli: Anathema, il vero Prog Metal

Sito Web + Widget




Flash Forward Magazine

Indietro a Ultime Recensioni

Indietro alla sezione A




Ricerca personalizzata

| Home | Articoli | Interviste | Recensioni | News | Links | Art | Chi siamo | Rock Not Roll | Live | FTC | Facebook | MySpace | Born Again |