Rock Impressions

Blue Oyster Cult BLUE OYSTER CULT
Tyranny and Mutation / Secret Treaties
Axe Killer


Superata l'emozione per aver ricevuto questo doppio CD da recensire, devo raccogliere le idee per essere il più obbiettivo possibile. La Axe Killer, che sta proponendo un catalogo di capolavori del rock duro, non poteva ignorare queste due pietre miliari. Altro motivo d'interesse è che si tratta di una delle prime ristampe rimasterizzate della discografia del culto e contiene un pregevole booklet con la storia dei primi anni della band e tutti i testi.

Ho per le mani due dischi universalmente ritenuti fondamentali per la storia dell'Hard Rock e dell'Heavy Metal e lo sono realmente. I BÖC sono un gruppo formidabile che purtroppo ha sempre vissuto nell'ombra. Tutti conoscono le gesta di Led Zeppelin, Deep Purple e Black Sabbath, ma i BÖC sono per lo più ignorati dal grande pubblico e questo è un vero peccato, perché non sono assolutamente da meno dei gruppi che ho citato. I nostri vengono da New York, ma sono la band più europea degli States, vantano un background impressionante, dal quale non si può dimenticare la collaborazione con Patty Smith, di cui si trova traccia anche in questi due lavori.

I cinque polistrumentisti, che hanno dato vita a questo gruppo, sono autori di un sound che ancora oggi è in grado di ammaliare l'ascoltatore: un Hard Rock potente, visionario, intriso di mistero e di riferimenti colti, ricco di un senso drammatico fortemente evocativo, una miscela tanto unica quanto inimitabile, con una serie di brani molto originali e molto diversi fra loro. Nessun altro gruppo è stato capace di esprimere la stessa forza espressiva di questi cinque ragazzi, eroi di una scena che in quegli anni incominciava un lento declino.

Il loro produttore Sandy Pearlman (ha lanciato anche Pavlo's Dog, Clash e Dictators) ha coniato il termine Heavy Metal per descrivere la loro musica ed è stato fondamentale per l'evoluzione del gruppo, una sorta di membro esterno di cui si sentirà fortemente la mancanza nei dischi dove non compare il suo contributo. La Axe Killer ha deciso di saltare l'omonimo disco d'esordio, molto legato ai sixties, ma contenente già delle perle stupende due delle quali ("Cities on Flames" e "Stairway to the Stars") vengono recuperate come bonus tracks, ed è partita dal secondo Lp della band, disco seminale diviso in due facciate: la prima molto heavy e la seconda più dark con otto brani tutti molto belli fra i quali voglio segnalare "Hot Rails to Hell" e "Baby Ice Dog".

Il secondo dichetto racchiude il capolavoro del gruppo, un disco che su CD trova la sua unità compositiva e recupera tutta la forza espressiva nella nuova veste sonora. Anche in questo caso i brani sarebbero tutti da segnalare, ma spiccano la stupenda "Astronomy", la metallica "Dominance and Submission", l'apocalittica "Harvester of Eyes" e la progressiva "Flaming Telepaths".

Ora speriamo che vengano ristampati anche gli altri dischi del gruppo, ma mi rendo conto che mi sto dilungando tante sono le cose che vi vorrei raccontare di questa band indimenticabile. Comprate questo doppio CD e diventerete anche voi dei fan dei BÖC come lo sono io! GB

Altre recensioni: Heaven Forbid; Curse of the Hidden Mirror; A Long Day's Night

Retrospettiva


Interviste: 1998; 2008

Live Reportage: Roma 2008; Trezzo 2008; 2016

Sito Web

Artisti correlati: Brain Surgeons; Blue Coupe; Joe Bouchard; Stalk Forrest Group; Albert Bouchard


Indietro alla sezione B
Indietro a Born Again



Ricerca personalizzata

| Home | Articoli | Interviste | Recensioni | News | Links | Art | Chi siamo | Rock Not Roll | Live | FTC | Facebook | MySpace | Born Again |